The "BIM revolution"

Siamo pronti per la rivoluzione?
Gli errori in fase di cantiere incidono per il 30-40% del costo dell’opera.
Attraverso l’utilizzo di software BIM (Building Informations Modeling) è possibile diminuire questi errori, migliorare il workflow del progetto e di conseguenza avere costi e tempi affidabili sin dalle prime fasi di progettazione. Tutto questo si traduce in un notevole risparmio economico per il committente.



In Italia solo 10% dei progettisti impiega le procedure BIM (siamo all’ultimo posto in Europa), che invece consentirebbero cooperazione, simulazione e il miglioramento ottimale di un progetto lungo il ciclo completo di vita dell'opera costruita.

https://bim-nzeb-per-edifici-efficienti-e-competitivi/
Posta un commento